Newsletter  AIP - Associazione Italiana di Psicologia N. 10 - 2018

Newsletter  AIP - Associazione Italiana di Psicologia N. 10 - 2018



Cari colleghi, care colleghe,come preannunciato nelle assemblee di sezione, è stato aperto il forum sulle proposte di modifica di statuto, che resterà attivo fino a metà gennaio. Da alcuni mesi in direttivo, grazie ad una commissione all’interno di esso, stiamo lavorando alla revisione dello Statuto e del Regolamento della nostra Associazione; su alcuni punti le opinioni sono diverse e riteniamo dunque che l’apporto di tutti i soci possa aiutarci a trovare le proposte migliori. Al link riportato anche nella home page del sito trovate il forum in cui viene aperta la discussione sulle possibili modifiche, come contributo collettivo per arrivare ad una formulazione il più possibile condivisa da proporre il prossimo anno all'Assemblea generale dei soci. Non vi chiediamo di ‘votare’ per le alternative sull’uno o l’altro punto, ma di esprimere il vostro parere e di formulare anche nuove proposte, che il direttivo terrà in conto per formulare il testo da sottoporre all’Assemblea.
La partecipazione dell’AIP, e quindi della voce della psicologia scientifica ed accademica, ad iniziative esterne su tematiche di rilievo psicologico, continua a ritmo intenso.
Segnalo la partecipazione al workshop organizzato ai primi di ottobre a Roma dallo Stato maggiore dell’esercito, sulla valorizzazione della psicologia in ambito militare. Il workshop ha visto la partecipazione degli psicologi in forza all’Esercito (presso cui è stato attivato un Ufficio di psicologia e psichiatria militare) e dei più alti esponenti dello Stato maggiore, con cui sono stati stabiliti rapporti di collaborazione in vista di iniziative di ricerca e formazione.
L’AIP è stata anche presente ad iniziative della settimana della saluteorganizzata in ottobre dal CNOP; ho partecipato personalmente ad un convegno a Terni molto interessante e foriero di iniziative comuni importanti a seguito del passaggio della professione psicologica nell’ambito del Ministero della Salute.
Ho partecipato, portando il saluto e la disponibilità alla collaborazione dell’AIP, al congresso tenuto a Palermo dalla SPR, la sezione italiana della Society for Psychotherapy Research. Una società che persegue il nostro stesso fine di promuovere la scientificità della psicologia in un settore, quello della ricerca in psicoterapia, che di approcci scientifici ha forte bisogno. La presenza nella SPR di numerosi soci AIP rende quasi scontata la collaborazione, che vedremo di formalizzare al più presto al fine di iniziative comuni.
Segnalo anche la partecipazione, con numerosi nostri soci, alla commissione insediata dall’ANVUR in ottobre per la preparazione delle prove TECO-D per la psicologia. Ne fanno parte colleghi di diverse sedi italiane e appartenenti ai diversi ambiti disciplinari della psicologia.
Su tutte queste iniziative, che rientrano tra le sinergie essenziali per la missiondella nostra Associazione, avremo modo di tenervi aggiornati mediante il sito e le prossime newsletter.
Da ultimo, ma non per importanza, ricordo il convegno sulla storia della psicologia che si terrà a Pavia il 29 e 30 novembre di cui si dà notizia più avanti tra le news, e che si concluderà a Milano alla Casa della Psicologia dell’Ordine degli psicologi. In quella occasione ricorderemo anche persone importanti della psicologia recentemente scomparse, come Marcello Cesa-Bianchi e Ornella Andreani. Anche questo, come il convegno appena concluso a Cassino in memoria di Antonio Fusco, è un momento importante della memoria di una psicologia del passato che può contribuire a dare forza al nostro presente.
Un caro saluto
S.D.

Come già comunicato in precedenza, Il Direttivo ha modificato la procedura di selezione della rivista per il 2018. Tutti i soci che desiderano usufruire del servizio devono necessariamente farne richiesta attraverso la compilazione (previo login sul sito AIP) del form dedicato all'indirizzo http://aipass.org/selezione-rivista-2018.

NEWS (dal presidente, dal direttivo, dalle sezioni, dalle commissioni e gruppi di lavoro)
EFPA: newsMagazine October 2018/Vol. 3
È disponibile nel sito EFPA il magazine di ottobre con numerose importanti informazioni sulla vita dell’Associazione internazionale alla quale aderiamo.
Una interessante rassegna riguarda il World Mental Health Day - Young people and mental health in a changing world, tenuto in ottobre.
 
6° Congresso europeo di psicologia - Mosca 2-5 luglio 2019 
Scadenza per pagare la quota riservata ai membri EFPA (tra cui l’AIP) con la riduzione per early registration (€ 350, per gli studenti € 180): 1 aprile 2019. Successivamente le quote aumenteranno.
Scadenza per le submissions: 3 dicembre (comunicazione dell’accettazione: 4 febbraio 2019)
https://www.aipass.org/ecp-2019-moscow-russia-new-deadline-submission

Altre news relative alla internazionalizzazione

Raccolta dati INPA sull’insegnamento di tecniche di assessment
È in corso, a cura del gruppo tematico AIP sull’assessment,  in connessione con il board EFPA sulla stessa tematica, una richiesta di informazioni su apposito form riguardo l’insegnamento universitario di test, questionari e  altri metodi di assessment in corsi di laurea triennali e magistrali psicologici. Le informazioni saranno utili per elaborare possibili linee guida per l’insegnamento universitario di questi temi, e per collegare maggiormente l’insegnamento universitario alla pratica professionale dello psicologo, in sinergia  con le altre componenti INPA (CNOP, AUPI, CPA). – scadenza 31 dicembre 2018.

Dalla sezione Psicologia Sperimentale

Dalla Sezione di Psicologia per le Organizzazioni
Dalla sezione di Psicologia dello Sviluppo e dell'Educazione
Dalla sezione di Psicologia Sociale
Dalla sezione Psicologia Clinica e Dinamica
Dai gruppi di lavoro
Nella apposita pagina del sito sono archiviati tutti i resoconti e link ai documenti CUN, inclusi quelli da noi inviati.

 
Volume: LA LAUREA NEGATA di Gianfranco Viesti, ed. Laterza 2018.
L'università italiana si è ‘ristretta’ di un quinto in soli otto anni. Il blocco del turnover ha ridotto il numero dei docenti da 63mila a 49mila tra il 2008 e il 2016 (data della rilevazione che il libro di Viesti riporta).
Ci sono meno corsi - contrariamente a quanto spesso si dice - e meno studenti. Si continua a pensare che l'Università è un parcheggio per i giovani, ma la situazione sta cambiando: i costi di iscrizione e frequenza sono aumentati e sempre più studenti non se lo possono permettere.
Il costante taglio dei fondi – da parte di tutti i governi - ha portato l'Università pubblica a dipendere per il 30% da finanziamenti privati, ovviamente con una maggiore concentrazione negli atenei del Centro-Nord. A fare le spese di questo declino di investimento sulla cultura ai livelli superiori sono stati gli studenti. Soprattutto i meno abbienti, visto che gli stanziamenti per il diritto allo studio sono rimasti gli stessi mentre i costi aumentavano: non solo per le tasse, ma anche per le altre spese che uno studente, specie se fuori sede, deve sostenere.  Una inversione di tendenza – di cui ci sono timidi segnali negli ultimi anni, ma certo non sufficienti al bisogno – appare indispensabile per frenare l’emorragia di studenti e docenti.
 
Dossier: LA SCUOLA COLABRODO a cura di “Tuttoscuola” – ottobre 2018
Negli ultimi 10 anni 1,8 milioni di studenti hanno abbandonato la scuola prima di sostenere l’esame di maturità. Negli ultimi 20 anni addirittura 3,5 milioni su oltre 11 milioni iscritti alle superiori (-30,6%). Tutto questo con un costo enorme: in media 2,7 miliardi di euro l’anno. E l’emorragia continua: se non si interviene subito, oltre 100mila studenti appena iscritti alle superiori potrebbero non arrivare al diploma. Con ovvie ripercussioni sulle immatricolazioni all’Università, già in calo da tempo.
Nel dossier di Tuttoscuola sulla dispersione scolastica, si analizzano i numeri (tra cui i 55 miliardi spesi senza raggiungere l’obiettivo), le cause, le conseguenze e si prospettano possibili soluzioni.
Per progettare queste soluzioni, la psicologia socio-educativa può contribuire in qualche modo
 
Altre segnalazioni:
DDL bilancio: piano per mille ricercatori t.d.B
Nella bozza di DDL di bilancio risultano stanziati 20 milioni per il 2019 e 50 milioni all’anno dal 2020 per assumere mille ricercatori di tipo b), quelli che dopo 3 anni, previo conseguimento dell’abilitazione nazionale, possono accedere a posti di professore associato. Un Dm del Miur ripartirà le risorse tra le università (da Il Sole 24 ore del 24 ottobre 2018).
 
Erasmus+ 2019: bandi aperti 24 ottobre 2018
Tre miliardi di euro da investire nel 2019 nei giovani europei e nella creazione delle "Università europee": la Commissione ha pubblicato in ottobre la call per presentare proposte per il prossimo anno nell'ambito del programma Erasmus+. Dei 3 miliardi di euro di bilancio previsti per il prossimo anno, 30 milioni sono stati stanziati alle reti di Università europee (almeno 3 atenei di nazioni diverse). Tibor Navracsics, commissario UE per l'istruzione, afferma: "Ci impegniamo per un'Europa in cui l'apprendimento, lo studio e la ricerca non siano frenati da frontiere. Non vogliamo muri a ostacolare l'eccellenza, l'innovazione e l'inclusione nel settore dell'istruzione. Le università europee hanno un potenziale tangibile per trasformare il panorama dell'istruzione superiore in Europa, e sono orgoglioso del forte impulso che stiamo dando loro attraverso il programma Erasmus+". L'invito a presentare proposte per Erasmus+ riguarda "qualsiasi organismo, pubblico o privato, attivo nei settori dell'istruzione, della formazione, della gioventù e dello sport"; i finanziamenti possono essere richiesti anche da gruppi di giovani attivi nell'ambito dell'animazione socioeducativa.
La nuova guida del programma Erasmus+, con tutte le informazioni utili, è on line: https://ec.europa.eu/programmes/erasmus-plus/
--
Sui temi trattati in questa newsletter, e altri che si aggiungeranno nei prossimi giorni, segui gli aggiornamenti nelle apposite sezioni del Sito.

Newsletter n. 10 - 31.10.2018