Bando 2021 per il premio AIP “PremiATI - Attività di Terza missione e Impatto sociale” - SCADENZA invio candidature BANDO: 23 dicembre 2021

23 Novembre 2021
(SCADENZA invio candidature BANDO: 23 dicembre 2021)
 
Il premio
 
Il premio AIP “PremiATI - Attività di Terza missione e Impatto sociale” offre un riconoscimento all’impegno nelle attività di terza missione e all’impatto sociale della ricerca scientifica, che stanno diventando sempre più di rilievo a livello sia nazionale sia internazionale. L’AIP ritiene utile segnalare con questo premio, ai membri della propria comunità, l’importanza strategica di dedicare una parte delle attività in tale direzione, anche allo scopo di favorire, ai più ampi livelli possibili, il processo di diffusione della conoscenza scientifica e l’impatto sociale prodotto dalla nostra disciplina.
 
Si intende per “terza missione” l'applicazione diretta, la valorizzazione e l'impiego della conoscenza per contribuire allo sviluppo sociale, culturale ed economico della società. Questa accezione va oltre la mera finalizzazione applicativa delle proprie ricerche, privilegiando le ricadute sociali e culturali rispetto a quelle economiche (trasferimento tecnologico, startup, ecc.).
 
Il premio AIP PremiATI viene conferito a chi abbia realizzato attività di Terza missione nel senso sopra definito, coniugando la qualità e il valore scientifico con l’impatto sociale a livello locale, regionale, nazionale e/o internazionale. Esso viene assegnato a una persona o a un gruppo le cui attività didattiche e/o di ricerca (la Prima e la Seconda missione) hanno avuto una ricaduta in uno o più dei diversi modi possibili entro l’ampia gamma delle attività di Terza missione: divulgazione della ricerca psicologica, anche nella formazione, applicazione dei risultati della ricerca scientifica, co-creazione con stakeholder non accademici (istituzioni, imprese, società civile).
 
Le principali categorie entro le quali si possono presentare candidature al premio sono le seguenti:
 
1)  “Divulgazione”: diffusione e disseminazione dei risultati della ricerca psicologica – risultati già pubblicati in sedi editoriali scientifiche di alta qualità e impatto – indirizzate al largo pubblico, attraverso la pubblicazione di testi, la realizzazione di prodotti mediatici o eventi che abbiano ottenuto riconoscimento pubblico.
 
2)  “Formazione”: attività formativa su contenuti psicologici – esito di ricerche scientifiche di alta qualità e impatto – presso ambiti non psicologici, rivolta pertanto alla preparazione di profili professionali non psicologici, preferibilmente di livello universitario o di alta formazione. S’intende esclusa da questa categoria la mera attività di insegnamento in corsi, seppure di livello universitario, come quella nelle lauree sanitarie o nelle specializzazioni per insegnanti.
 
3) “Co-creazione”: realizzazione di una o più ricerche scientifiche oppure attuazione di uno o più progetti di ricerca applicata ove per il raggiungimento degli obiettivi vi sia stato il coinvolgimento di, e la collaborazione con, partner accademici di altre discipline e/o partner non accademici appartenenti al mondo delle imprese, delle istituzioni e/o della società civile. Inoltre, tali ricerche debbono avere una prevalente e determinante componente psicologica ancorata a lavori di ricerca coerenti e già pubblicati in sedi editoriali scientifiche di alta qualità e impatto. Si ribadisce come criterio essenziale il valore della collaborazione con partner accademici e non, a prescindere dalla mera interdisciplinarietà, che è certamente rilevante ma non configura necessariamente una premialità per “terza missione”.
 
Possono candidarsi al premio soci/e AIP (ordinari e affiliati) di qualsiasi area della psicologia, in riferimento ad attività inquadrabili entro uno o più dei settori scientifico-disciplinari M-PSI; ovvero in riferimento ad attività di natura psicologica ma entro un quadro multi-/trans-/inter-disciplinare. Sono ammissibili candidature sia individuali che collettive (qualora le attività siano state condivise tra più persone socie AIP). Si può partecipare ad un’unica categoria di candidatura (una persona può cioè essere presente con una e una sola candidatura all’interno di una e una sola delle summenzionate tre categorie).
 
La vincitrice/il vincitore verrà proclamata/o in occasione dell’assemblea annuale dei soci AIP, ove potrà avere un breve spazio di alcuni minuti per presentare le attività condotte, esemplificando così buone prassi nelle Attività di Terza missione e Impatto sociale in ambito psicologico.
 
Il premio di Euro 1.000 viene erogato alla vincitrice/al vincitore, che potrà utilizzarlo per l’organizzazione di una futura attività di terza missione (si rende così disponibile un patrocinio oneroso per la prossima attività di Terza missione organizzata dalla/dal vincitrice/vincitore, utilizzabile negli anni a venire).
 
La valutazione
 
Le attività proposte per il “PremiATI” devono essere supportate da una documentazione formale. L’esistenza documentata di un percorso prolungato e coerente orientato al mantenimento negli anni di Attività di Terza missione e Impatto sociale sarà considerata un valore aggiunto ai fini della valutazione.
 
Le domande saranno valutate da una Commissione costituita da almeno tre membri soci AIP (appartenenti al Direttivo AIP e/o socie/soci AIP designati all’uopo dal Direttivo.
 
I criteri di valutazione e i relativi punteggi sono:
  1. qualità scientifica della ricerca oggetto della Terza missione nel senso specificato in premessa, e determinata in base ai criteri di valutazione utilizzati in altre sedi (es. VQR): fino a 20 punti (minimo 10);
  2. tipo, numerosità, varietà e coerenza delle attività condotte: fino a 20 punti (minimo 10);
  3. ampiezza e varietà dei supporti finanziari e materiali ottenuti: fino a 10 punti (minimo 0);
  4. numero e varietà di stakeholder coinvolti e/o destinatari raggiunti: fino a 10 punti (minimo 5);
  5. durata ed efficacia documentate dell’attività svolta: fino a 20 punti (minimo 10);
  6. grado dell’impatto sociale creato oltre il termine dell’attività stessa: fino a 20 punti (minimo 10).
Il punteggio massimo è 100. Il premio non può essere assegnato a chi non raggiunge la soglia minima sopra specificata in ciascun criterio. La Commissione può richiedere ulteriori elementi a integrazione delle domande pervenute.
 
La domanda
 
La domanda di partecipazione dovrà essere inviata entro 30 giorni dalla data di pubblicazione del bando al Presidente AIP (e-mail segreteria@aipass.org) corredata dalle seguenti informazioni e firmata:
  1. Cognome e Nome
  2. Luogo e data di nascita
  3. E-mail
  4. Telefono
  5. Università e Dipartimento
  6. Posizione accademica
  7. Collaboratrici/collaboratori principali (se presenti)
  8. Curriculum sintetico del/la candidato/a o del gruppo di ricerca (max 3000 caratteri spazi inclusi)
  9. Elementi utili:
    1. Obiettivi principali (ed eventualmente secondari) dell’attività di Terza missione e impatto sociale con precisazione del loro merito scientifico-metodologico e/o didattico-formativa nei contenuti e/o nei metodi (max 3000 caratteri spazi inclusi).
    2. Indicatori della qualità scientifica della ricerca riconosciuti dalla comunità scientifica.
    3. Descrizione sintetica della (o delle) attività di Terza missione e impatto sociale con attenzione a tipo, numerosità, varietà, coerenza, nel caso di più attività (max 3000 caratteri spazi inclusi) eventualmente, è possibile fornire materiale illustrativo o link online.
    4. Eventuali finanziamenti per l’attività di Terza missione e impatto sociale, e (se presenti) loro approssimativa entità (max 3000 caratteri spazi inclusi).
    5. Stakeholder coinvolti e/o destinatari raggiunti (fare riferimento ai ruoli rispettivi nonché al numero) (max 3000 caratteri spazi inclusi)
    6. Durata ed efficacia dei risultati raggiunti dall’attività di Terza missione e impatto sociale (max 3000 caratteri spazi inclusi).
    7. Potenziale impatto sociale delle attività svolte perduranti oltre il termine delle attività stesse, quali ad esempio, creazione di legami istituzionali, incremento dei finanziamenti, creazione di reti allargate anche in funzione di attività di progettazione, possibilità di accedere ad ambienti particolari, creazione di culture specifiche e/o aumento della consapevolezza su ambiti particolari, ecc. (max 3000 caratteri spazi inclusi).
  10. Altri elementi ritenuti rilevanti (max 3000 caratteri spazi inclusi)
  11. Due lettere di supporto argomentate in favore della candidatura da parte di due membri dell’AIP (max 2000 caratteri spazi inclusa ciascuna).