Newsletter  AIP - Associazione Italiana di Psicologia N. 12 - 2021

24 Dicembre 2021 newsletter,

Newsletter AIP - Associazione Italiana di Psicologia N. 12 - 2021
 
   
 
       

INDICE

 
Care socie, cari soci,
 
tante notizie sono sintetizzate in questa lettera pre-natalizia, che si concluderà con gli auguri di serene festività e con il consueto auspicio di un nuovo anno “migliore” di quello che se ne va: lo diciamo ogni volta, è un rituale che ci rassicura anche se non ci illude…
 
Iniziamo con gli esiti del PRIN, complessivamente deludente per l’area psicologica. Adesso è in programma un nuovo bando con finanziamenti molto più consistenti. Ma con quali regole sarà riproposto, e soprattutto con quali criteri di valutazione, e di nomina dei valutatori?
 
Proprio il problema della valutazione nelle sue varie declinazioni (progetti da finanziare, strutture da accreditare, persone da abilitare) è oggetto di discussione nella Consulta di area 11 CUN, la cui assemblea si è tenuta da poco e verrà riconvocata nei primi mesi del prossimo anno. Gli altri problemi da discutere, e su cui abbiamo già prodotto dei documenti inviati a CUN e Ministero, sono l’aggiornamento e “razionalizzazione” dei settori disciplinari, e la formazione insegnanti cui le aree umanistiche sono chiamate a dare un rilevante contributo. Il verbale della assemblea della Consulta, che include le mozioni, è integralmente pubblicato nel sito (link alla fine di questo testo).
 
L’altro tema “caldo” per noi psicologi è quello della laurea abilitante. In attesa della convocazione della commissione ministeriale che dovrà dare pareri sui Decreti attuativi, si è tenuta una riunione del gruppo di lavoro CNOP-Università, dove AIP e CPA hanno portato le loro idee preliminari fin qui maturate. Più avanti nella newsletter trovate un resoconto della riunione e le prospettive aperte.
 
Sul fronte internazionale, si è svolta in dicembre l’assemblea EFPA, dedicata in ampia parte alle certificazioni EuroPsy (anche per questo, vedere la sezione apposita della newsletter). L’INPA, network italiano attraverso cui aderiamo ad EFPA, sta ricostituendo il National Awarding Committee (sarà coordinato dalla nostra vicepresidente Caterina Arcidiacono), che avanzerà le proposte di adeguamento del regolamento di assegnazione della certificazione compatibilmente con le nuove norme italiane per l’abilitazione professionale. Parallelamente, saranno avviate le procedure per le certificazioni EuroPsy specialistiche (già esistenti quelle di psicoterapia, lavoro e organizzazioni, psicologia dello sport; in fase di proposta: neuropsicologia clinica, psicologia di comunità). Certificazioni utili nel contesto ordinistico italiano, nel quale l’abilitazione – tranne per la psicoterapia – è unica e non prevede differenziazioni interne, cui questi titoli internazionali specialistici potrebbero supplire.
 
Per finire: il 15 dicembre si è tornati a festeggiare, stavolta per iniziativa del Cnop, il 50° di fondazione dei corsi di laurea in psicologia. Gli interventi sono stati centrati sulle sfide attuali nel campo della formazione (lauree abilitanti, specializzazioni) e della professione, con la necessità di apertura ai settori emergenti dove gli psicologi abilitati possono essere coinvolti. Importante è la  connessione tra i due campi, e la costante attenzione ai bisogni di salute e benessere della comunità perturbata dalla perdurante pandemia: bisogni cui la psicologia può e deve dare risposte efficaci e scientificamente fondate.
Riuscire a vincere queste sfide è l’augurio migliore che possiamo fare per il nuovo anno (e per quelli che seguiranno) alla psicologia italiana, e a tutti noi che la rappresentiamo.
 
 
Cari saluti
SD
 

 
 
Dal 2020 le modalità di iscrizione all’Associazione e le modalità di accesso ai propri dati anagrafici ed alla propria posizione associativa sono cambiati: dal sito si viene  infatti indirizzati ad una nuova area dedicata in cui accedere al proprio profilo.
 
 
L’anno scorso i soci hanno ricevuto un’email con le credenziali personali di accesso alla nuova area riservata del sito, con richiesta di aggiornare i dati anagrafici, inserendo le informazioni mancanti ed apportando le modifiche opportune, nonché provvedere ad esprimere i consensi per il trattamento dei dati personali. I Soci che non avessero ancora ricevuto le credenziali, o per qualsiasi altro problema ad esse connesso, possono contattare la Segreteria all’indirizzo email: segreteria@aipass.org.
 
Con le credenziali della nuova piattaforma, accedendo al vostro profilo, potrete:
  1. pagare la quota associativa e le eventuali quote arretrate sia con bonifico bancario sia con carta di credito, per la quale si verrà indirizzati direttamente sul sito della banca;
  2. aggiornare o implementare i dati anagrafici e fornire le autorizzazioni relative al trattamento dei dati personali;
  3. visualizzare, tramite il resoconto economico, la vostra situazione associativa relativamente alle quote pagate a partire dal gennaio 2018, e scaricare la ricevuta relativa al versamento delle quote a partire dal 2020;
  4. iscrivervi direttamente ad eventi AIP, solo se gestiti dalla Segreteria CCI;
  5. visualizzare la o le Sezioni di appartenenza alla voce “Gruppi”;
  6. ricercare, tramite il motore di ricerca interno, uno o più soci appartenenti ad AIP per Cognome, regione o affiliazione.
 
 
 
Per quanto riguarda le modalità di pagamento della quota associativa, non è più attivo il conto corrente su Banca Sella, ma è operativo il nuovo conto su UNICREDIT, con le seguenti coordinate bancarie:
 
IBAN: IT45J0200805166000105803934
BIC UNCRITM1B59
Banca Unicredit – Filiale 306939 Roma Tiburtina C
 
I soci sono invitati a contattare la Segreteria qualora siano necessarie ulteriori informazioni o spiegazioni.
 
Contatti Segreteria Amministrativa
Centro Congressi Internazionale srl
Tel. +39 011 2446911 – Fax. +39 011 2446950
 

 
 
Congresso 2022 congiunto inter-sezioni
 
  • Il Congresso AIP del 2022, che festeggia il trentennale dalla fondazione della Associazione, sarà (come quello del 2012 a Chieti) congiunto fra le sezioni. Si terrà a Padova dal 26 al 30 settembre 2022. Info preliminari nel sito
 
Sezione di Psicologia Clinica e Dinamica
 
  • Research Topic of Frontiers in PsychologyHealth PsychologyThe Psychological Challenges of Respiratory Disease - Call for papers and deadline
  • Tutte le info nella pagina di sezione (Link)
 
Sezione Sviluppo/Educazione 
 
  • Special Issue "Alexithymia and Mental Health in Adolescents: Theory, Research and Clinical Practice"- Deadline for manuscript submissions: 30 September 2022 (Link)
  • Children's Drawings: Evidence-based Research and Practice (Link)
  • Student-Teacher Relationship Quality Research: Past, Present and Future (Link)
  • Master di II livello in Psicologia Scolastica e Psicopatologia dell'apprendimento (Link)
  • Tutte le info nella pagina di sezione (Link)
 
Psicologia delle organizzazioni 
 
  • La sezione sta partecipando attivamente, insieme a soci di altre sezioni, alle attività del gruppo MeMos, ed ha partecipato alla stesura del documento pubblicato dal CNOP “Ripartire dalle persone”: il contributo della Psicologia del Lavoro, delle Organizzazioni e delle Risorse umane (su entrambe le iniziative dettagli più avanti nella newsletter)
  • Tutte le info nella pagina della sezione (Link)
 
Psicologia Sociale 
 
  • Verbale dell'Assemblea dei Soci del 14 settembre 2021 (Campus di Brescia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore) (Link)
  • IARR's 2021 Virtual Conference (Link)
  • Tutte le info nella pagina di sezione (Link)
 
Psicologia Sperimentale 
 
  • Assegno di ricerca post-dottorale in psicolinguistica, Fondazione Marica De Vincenzi. Scadenza 24 Gennaio 2022 ore 12:00 (Link)
  • Cognitive Science Arena: Brixen-Bressanone (IT), February 18-19th, 2022. Information, abstract submission and registration forms: https://cogsci.unibz.it
    We would like presenters of talks and posters to be in person in Bressanone (unless, at the moment of the conference, the person cannot travel to Bressanone because of SARS-COV2 restrictions). The conference will be also welcome for in person attendees. We will also online stream the talk sessions (it will be impossible for posters) for the attendees that would like to join from remote. Contact: massimo.grassi@unipd.it
  • Applications for positions (Link)
  • Tutte le info nella pagina di sezione  (Link) e negli avvisi che la sezione invia periodicamente ai propri soci.
 
Commissione etica
 
La commissione Etica ha predisposto una survey per la valutazione delle FAQ derivanti dalla consulenza giuridica, sul trattamento dei dati personali nelle ricerche. Verrà inviato a breve il link per partecipare.
 
 
Gruppi di lavoro
 
MEMOS
 
Sono stati svolti i primi webinar: 5 novembre “Dall’informazione alla transizione scuola-università: l’orientamento per una scelta consapevole” coordinato da Paola Spagnoli; 19 novembre “Gli studenti universitari hanno bisogno di orientamento?” coordinato da Diego Boerchi; 3 dicembre “La transizione dall’università al mondo del lavoro: esperienze e buone pratiche a confronto”, coordinato da Alessandro Lo Presti.
Le informazioni sui webinar e i relativi materiali di approfondimento sono reperibili nel sito nella pagina del gruppo di lavoro.
 
ECARE
 
Il network AIP dei ricercatori ad inizio di carriera (E-CARE - Early CAreer REsearchers) sta avviando l'attività preliminare per l'organizzazione di iniziative specifiche, dedicate ai suoi membri, all'interno del programma del prossimo Congresso AIP 2022. In particolare, fra le varie iniziative (il cui programma completo verrà annunciato più avanti), si è pensato di proporre un workshop pre-conference a tema metodologico, riservato ai membri E-CARE delle varie Sezioni. Al fine di sondare quali potrebbero essere le tematiche di maggior interesse per i soci e le socie che fanno parte del network E-CARE (o che sono interessati a diventarne parte nel prossimo futuro, trovate le istruzioni per l'iscrizione QUI) è stata creata una Survey specifica che trovate a questo LINK. - Ulteriori aggiornamenti ed iniziative al seguente LINK

 

CONVEGNI
 
  • Psych Congress Europe 2022, Barcelona 23-25 February. The Congress on “Transformative Mental Health Education” offers an opportunity to connect clinicians and mental health professionals from around the world in discussing state-of-the-art treatment approaches. Link website
  • European Congress of Psychology July 5-8 , 2022  -  Lubljana:  Psychology as a Hub Science. Deadline for submissions postponed to December, 20 2021.
  • Meeting of the International Society of the Study of Behavioral Development (ISSBD) June 19-23, 2022 (Rhodes, Greece) Link website
  • 43rd International School Psychology Association (ISPA) Conference 2022 (7-10 July 2022 - Leuven, Belgium) Theme: ‘From stress to trauma… And all the way back!’. Conference website - Submissions (deadline February 28, 2022)
  • La FEPSAC terrà il 16th European Congress of Sport and Exercise Psychology dall’11 al 16 Luglio 2022 Padova, supportato da AIP. Info al link FEPSAC  - La call for abstracts si chiuderà il 15 gennaio 2022. - Link per l'invio degli abstract
  • European Association for Research on Adolescence: 18th EARA conference “Diverse and digital will take place in person, in Irelandat Trinity College Dublin. The conference will run from 25 August to 27 August 2022, with a day of pre-conference events on Wednesday, 24 August. Link website

 
 
Le due Scuole AIP di Metodologia del 2021 si sono tenute in presenza presso la storica sede del CEUB, Centro Universitario di Bertinoro. I due corsi hanno riguardato “Modelli di Regressione Multipla per la Stima di Effetti Diretti, Indiretti e Condizionati” (hanno frequentato la scuola 20 persone) e “Il Modello Lineare Generale, Misto e Generalizzato” (21 partecipanti).
Quest’anno, all’interno di ciascuna delle Scuole di Metodologia, è stato previsto un seminario di due ore sull’etica della ricerca, erogato a cura del Comitato Etico AIP (coordinatrice Margherita Pasini). Le tematiche trattate hanno riguardato il Codice Etico per la ricerca in psicologia, e uno sguardo etico sull’analisi statistica dei dati e replicabilità delle ricerche.
Anche nel 2022 sono previste due Scuole di Metodologia presso il CEUB, sede storica delle scuole di Metodologia AIP che si è adeguatamente equipaggiata per la didattica in presenza nel rispetto delle norme di sicurezza relative alla COVID-19. Le date in cui si terranno le due scuole del 2022 sono (docenti, titoli e programmi sono ancora in fase di definizione):
• 27 giugno – 2 luglio 2022
• 29 agosto – 3 settembre 2022
Il bando completo 2022 comprendente date, titoli e programmi definitivi delle scuole, il modulo di iscrizione e i criteri di selezione, sarà pubblicato sul sito AIP orientativamente nel mese di febbraio.
 

 
 
Gruppo di lavoro CNOP-Università: riunione sulla laurea abilitante in psicologia
 
Il gruppo di lavoro Cnop-Cpa-Aip si è riunito il 15 dicembre per una prima discussione preliminare alla convocazione (si auspica imminente) della commissione ministeriale per i Decreti attuativi della legge 163 dell’8 novembre 2021 sulle lauree abilitanti. AIP e CPA hanno presentato una serie di appunti elaborati rispettivamente dal Direttivo e dalla Giunta, sui quali basarsi per arrivare ad una piattaforma comune da portare in commissione.
Si è proposto preliminarmente di distinguere:
(A) cosa mettere nei decreti attuativi, quindi con valenza cogente per tutti i corsi di laurea italiani, pubblici e privati, telematiche incluse;
(B) all'interno di queste norme uguali per tutti, valutare gli aspetti organizzativi da parte delle associazioni rappresentative della psicologia (Cnop-Cpa-Aip).
Si è deciso di produrre due documenti separati, uno per la commissione ministeriale che dovrà dare il parere al Ministero per i decreti attuativi, l’altro di regolamentazione interna alla psicologia, con linee-guida da noi elaborate ma lasciando margini di flessibilità agli Atenei in ordine alle loro esigenze territoriali e organizzative.
 
Andrebbe normato nei Decreti:
A1) cosa inserire negli ordinamenti, con quali scadenze - con riferimento alla verifica CUN e alla sua tempistica, per evitare avvii sfalsati e difformità a regime, con conseguenze deleterie per gli studenti che transitano da un ateneo all’altro;
A2) come distribuire il tirocinio fra triennale e magistrale - se si stabilisse in modo fisso 10 triennale + 20 magistrale, si eviterebbero discrasie tra atenei e quindi nei cambi di sede dopo la triennale, con la necessità di complicati recuperi e integrazioni;
A3) come e quando fare la valutazione del tirocinio (che la legge definisce appunto "valutativo") - previsione di una ammissione preliminare all’esame finale, analogamente a quanto già avviene da parte del docente-tutor per ammettere alla discussione della tesi.
A4) in che deve consistere la "prova" sulle competenze apprese nel tirocinio, prevista dalla legge - anche in analogia alla definizione della prova nelle norme transitorie per chi proviene dal previgente ordinamento (oggetto di specifico Decreto).
 
Andrebbe lasciato alla regolamentazione interna alla psicologia e alle sue organizzazioni di riferimento:
B1) come modificare gli ordinamenti, anche alla luce del recente DL 152 art. 14 che prevede cambiamenti e flessibilità nelle attività del CdL per l’acquisizione di competenze professionalizzanti;
B2) contenuti e metodi del tirocinio (la commissione AIP ha già preparato uno schema con indicazioni molto articolate al riguardo)
B3) modalità della valutazione del tirocinio (commissione tirocini? ruolo dei tutor esterni ed interni?)
B4) modalità della valutazione della prova.
 
Restano diversi problemi collaterali ai decreti:
 
  • le convenzioni tra ordine e università - in base ad un format generale - per assicurare omogeneità sul territorio nazionale della compartecipazione nelle attività previste dalla laurea abilitante
  • la scelta dei tutor esterni e le possibilità di loro incentivazione -  da definire insieme a Cnop e Enpap
  • la possibilità, per sostenere gli oneri aggiuntivi, di attingere a specifici fondi - anche da una tassa di ammissione all'esame abilitante, come oggi avviene già per l'esame di stato.
Si è affidato alla coordinatrice del gruppo di lavoro (la vicepresidente Cnop Laura Parolin) il mandato di formulare una bozza di documento unitario da approvare nei rispetti organismi, confrontarla con i rappresentanti Crui e Cun, e poi proporla alla commissione ministeriale.
 
“Ripartire dalle persone” (documento elaborato con SIPLO e CNOP)
 
Come anticipato nella precedente newsletter, AIP (rappresentata dalla coordinatrice della sezione organizzazioni Dina Guglielmi, e dal socio onorario Guido Sarchielli) insieme a Francesco Pace (SIPLO) e Pietro Bussotti (Cnop) ha contribuito alla elaborazione di un position paper, su “Ripartire dalla persone: il contributo della Psicologia del Lavoro, delle Organizzazioni e delle Risorse umane”.
Il documento, rivolto ad una vasta platea di decisori politici ed interlocutori privati, illustra come la psicologia possa promuovere la ripartenza ed offrire un potente contributo al mondo del lavoro perché promuova non solo produttività ed efficienza, ma anche sicurezza, salute e pari opportunità delle lavoratrici e dei lavoratori. Per presentare “Ripartire dalle persone”  nel mese di gennaio sarà organizzato  un evento istituzionale a Roma (in presenza e  anche online) (Testo)
 
Documento delle Società scientifiche di Psicologia: “La legge di bilancio dia risposte ai danni psicologici della pandemia”
 
Il documento è stato condiviso fra le Associazioni scientifiche di psicologia accreditate al Ministero della Salute e presentato dal Cnop al Parlamento perché ne tenga conto nella formulazione della legge di bilancio 2022 (Testo)
 

 
 
 
Posizioni di docenza e ricerca all’estero nei settori di interesse della psicologia: Link alla pagina dei bandi   
Posizioni riguardati la psicologia all’estero sono reperibili anche al link del sito Faculty.vacancies.com
 
Posizioni in Italia
  • Post-doc European Institute of Oncology IEO of Milano - postdoctoral researcher for the Horizon project “An Interdisciplinary Approach for the Management of the Elderly Multi-morbid Patient with Breast Cancer Therapy Induced Cardiac Toxicity” (CardioCare). link all’avviso

 
 
Nuove pubblicazioni e survey sono state aggiunte nell’apposito spazio del sito AIP destinato a raccogliere informazioni, ricerche, call sugli aspetti psicologici dell’epidemia in corso ha una sezione che raccoglie ricerche concluse e pubblicate e disponibili open access,  e viene aggiornata quando arrivano nuove segnalazioni.
Gli autori di pubblicazioni che hanno queste caratteristiche sono invitati a inviare il link al segretario
 

 
 
EFPA – Assemblea 2021
 
Si è svolta il 10 dicembre l’Assemblea generale EFPA, per l’AIP hanno partecipato Caterina Arcidiacono e Santo Di Nuovo. Un ampio spazio della discussione ha riguardato EuroPsy, in particolare la differenza fra i “Field of practice” (che è già possibile aggiungere nella certificazione di base), e lo “Specialist Certificate”. Quest’ultimo può essere richiesto da quegli psicologi che oltre i requisiti per il certificato base hanno intrapreso un'ulteriore formazione e specializzazione in un campo di pratica. Al momento, ci sono due di queste specializzazioni: Psicoterapia e Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni, ed è in corso un progetto pilota in Psicologia dello sport, oltre ad ulteriori proposte (Neuropsicologia clinica, Psicologia di comunità). Lo standard per un certificato specialistico è una formazione equivalente ad almeno 90 CFU e ad almeno 3 anni di pratica supervisionata nella specializzazione (400 ore all'anno) con almeno 150 ore di supervisione (almeno 50 all'anno). I National Awarding Committees (NACs) verranno integrati con Specialist National Awarding Committees (S-NACs) per l’attribuzione di queste certificazioni specialistiche.
Info nel sito EuroPsy. Il NAC italiano è in fase di ricostituzione.
 
Work and Organization Standing Committee – meeting del 10 dicembre 2021 (relazione del delegato italiano Pietro Bussotti)
 
Il comitato produrrà una relazione per EFPA dove evidenziare come una vita lavorativa ben funzionante dipende da un ambiente di lavoro sano e sicuro in cui i lavoratori possano crescere professionalmente e personalmente ed al contempo le organizzazioni possano raggiungere successo economico ed organizzativo. Verrà articolata in 3 punti che si dovrebbero sviluppare così:
WP 1: Un breve riassunto delle teorie e dei risultati della ricerca relativi all'ambiente di lavoro psicosociale e 1) salute correlata al lavoro, 2) impegno e 3) produttività e successo organizzativo.
WP 2: Un esame narrativo del ruolo degli psicologi del lavoro e delle organizzazioni nella promozione di 1) salute correlata al lavoro, 2) coinvolgimento e 3) produttività e successo organizzativo, basato su teorie e modelli di ricerca e buone pratiche (applicate e basate sull'evidenza).
WP 3: Raccomandazioni all'EFPA di visioni e strategie sulla promozione degli psicologi del lavoro e delle organizzazioni in Europa.
È stato istituito un gruppo di lavoro incentrato sulla salute correlata al lavoro e un altro incentrato sull'engagement lavorativo. Prossimo incontro in gennaio.
 

 
 
Sedute recenti
Adunanza del 16-18 novembre 2021 (resoconto)
Adunanza del 14-16 dicembre 2021 (link alla pagina informaCun)
 
Consulta delle Associazioni di area 11 CUN
Verbale della riunione del 26 novembre 2021: include la mozione sul riordino dei settori disciplinari e le proposte volte a razionalizzare l’inserimento di SSD mancanti tra quelli necessari per accedere alle classi di insegnamento.
 

  • Il documento AIP sul respingimento dei migranti è stato diffuso dalla Agenzia di stampa DIRE (23-11-2021) LINK
  • Il documento sul DdL Zan è stato citato in un articolo pubblicato sul Venerdì di Repubblica (26-11-2021) LINK

 
 
Altre interviste sulla Storia della psicologia italiana
Sono state pubblicate nel sito, nella pagina dedicata alla Storia della psicologia italiana, sezione “MEDIA”, altre sei interviste sulla storia e sul ruolo delle donne nell’accademia realizzate in quest’ultimo periodo a cura di Gilda Sensales: intervistate Dora Capozza di Padova, Giusi Speltini e Bruna Zani di Bologna.
 
Convenzione di Faro: congresso a Napoli
Il 16 e 17 dicembre, si è svolta alla Università Federico II di Napoli la  Faro Convention “Cultural heritage as common good: implementation and multifaceted perspectives” organizzato dal Community Psychology Lab del Dipartimento di Studi Umanistici in collaborazione con l'Iriss Cnr e l'Ordine nazionale degli psicologi, nel complesso dei Santi Marcellino e Festo.
La Convenzione di Faro, testo innovatore ratificato dall’Italia nel 2013, ha radicalmente modificato il significato di ‘cultural heritage’ come bene comune, in una prospettiva d’implementazione non solo del patrimonio culturale materiale, ma anche del patrimonio immateriale costituito dall’identità delle comunità e dei territori, “delle memorie e delle speranze”,  L'Ordine nazionale degli psicologi, con il presidente David Lazzari,e l'Associazione Italiana di Psicologia, con il presidente Santo di Nuovo, hanno colto questa iniziativa proposta da Caterina Arcidiacono e Fortuna Procentese come un'occasione per promuovere le competenze degli psicologi nel governo dei territori e nello sviluppo della coesione sociale e valorizzazione delle relazioni e delle memorie dei luoghi.
Molti gli architetti, urbanisti, geografi e storici che hanno partecipato con gli psicologi  in un percorso complesso verso una nuova interdisciplinarietà su modello ecologico e circolare.
La  ricchezza del programma e dei contributi presentati, in forma di breve abstract e registrazione integrale delle giornate è  al sito https://m.facebook.com/NaplesFaroConvention2021; streaming al link (final round table at 2:34:00).
 
Integrazione Giunta CPA
Per l’integrazione della Giunta della Conferenza della Psicologia Accademica, è stato eletto il collega Fiorenzo Laghi, direttore di Dipartimento di Sviluppo e Socializzazione all’Università “La Sapienza” di Roma e componente del CE di Sviluppo ed Educazione AIP.
 
Il PNRR e l’orientamento
Dell’orientamento, in particolare quello scolastico, ha parlato il ministro Bianchi intervenendo il 27 novembre alla manifestazione Job&Orienta a Verona. In questa occasione il ministro ha ricordato l’importanza della "Carta di Genova" sull’orientamento, approvata il 16 novembre dalla Conferenza delle Regioni.
Il documento prevede una serie di interventi innovativi: didattica orientativa a partire dalla scuola primaria; inserimento nell’organico delle scuole di ogni ordine e grado del profilo professionale dell’orientatore; formazione iniziale e in servizio dei docenti per attrezzarli alle attività di orientamento trasversali e funzionali alla didattica orientativa; evoluzione dei PTCO (le attività dell’ex Alternanza scuola lavoro) verso un maggiore interazione con le realtà del territorio; moduli di orientamento con attività laboratoriali di almeno 30 ore in tutti i livelli di istruzione; rafforzamento dei piani formativi individualizzati in linea con quanto previsto per gli istituti di formazione professionale.
 
Decreto legge 152 attuativo del PNRR: misure per l’Università
Come già anticipato nella newsletter di novembre, è entrato in vigore il Decreto Legge 152 del 6 novembre 2021, concernente "Disposizioni urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR)". Il decreto contiene anche una prima serie di interventi sull'università. Tra questi:
Borse di studio (art. 12): nelle more della definizione dell'importo standard della borsa di studio e del relativo decreto, gli importi delle borse di studio per l’accesso all’università saranno definiti in deroga dal principio dei Livelli Essenziali nelle Prestazioni, e quindi i fondi PNRR confluiranno nel fondo integrativo statale e saranno distribuiti secondo le usuali modalità di ripartizione di quel fondo.
Adeguamento delle Classi di laurea (art 14): il comma 1, per promuovere flessibilità e interdisciplinarietà, prevede che negli ordinamenti didattici una parte dei crediti formativi possa essere riservata ad attività affini o integrative, settori scientifico-disciplinari o ambiti disciplinari non previsti per le attività di base o per le attività caratterizzanti del corso di studio. Il comma 2, sempre ai fini dell’interdisciplinarità, prevede una razionalizzazione e aggiornamento dei settori scientifici disciplinari, in base a Decreti ministeriali su proposta del CUN (dei problemi che pone questa “razionalizzazione” dei SSD abbiamo già parlato a proposito del coordinamento dell’area 11 CUN)
PRIN (art. 25) per il 2021 è consentito lo scorrimento delle graduatorie, secondo modalità individuate con apposito decreto del MUR, anche usando risorse diverse da quelle previste dal bando.
Mobilità docenti universitari (art 26): si incentiva la mobilità nazionale ed internazionale dei docenti universitari. Viene confermata la chiamata diretta di professori ordinari, associati e ricercatori in servizio in strutture straniere, proseguendo i programmi degli ultimi anni, e precisando le procedure di assegnazione ad un settore disciplinare. È prevista una procedura particolare di chiamata anche per la mobilità entro il sistema universitario nazionale e quello della ricerca.
 
Cooptazione dei nuovi ricercatori? La proposta della CRUI
Mentre è avviato in Parlamento l’iter della legge di riforma del reclutamento (DDL 2285), di cui abbiamo dato notizia in precedenti newsletter, la Conferenza dei Rettori delle università italiane in una conferenza ("Università per un Paese a prova di futuro") svoltasi a Roma, avanza queste proposte:
"I meccanismi concorsuali, che governano il reclutamento dei professori e dei ricercatori, meriterebbero di essere sottoposti a una revisione coraggiosa, prendendo in esame un sistema di cooptazione, vincolata al possesso dell'abilitazione scientifica nazionale … Si dovrebbe cioè fare quello che si fa in tante altre professioni, sia in Italia sia all'estero, con piena assunzione di responsabilità da parte del direttori e direttrici di dipartimento e del consiglio di amministrazione". Una forma di controllo dovrebbe essere introdotta ex post attraverso l'ANVUR e il Ministero. L’intera conferenza in registrazione streaming, e il testo completo del documento nel sito CRUI.
 
E a proposito di reclutamento…
Nella discussione sul reclutamento, ricordiamo che al 2021 in Italia la “piramide” prevista per le tre fasce di docenza è ancora lontana dall’essere realizzata, proprio per il ridotto numero di ricercatori rispetto al resto: 14.800 ordinari, 23.500 associati, 18.800 ricercatori (il 33% circa del totale…altro che “base della piramide”!).
 
Nell'università italiana la maggioranza dei docenti (55,6%) ha almeno 50 anni d'età: la quota più elevata tra i Paesi dell'Ocse, quelli industrializzati. Quelli con meno di 30 anni sono lo 0,8% del totale (in questo siamo penultimi: in Germania sono il 25%) mentre i trentenni sono il 13,5% del totale (Germania 30%, Olanda 28%, Regno Unito 24%). Il rapporto studenti/docenti è 20,3 (Germania e Spagna 12, Portogallo 14, Regno Unito 15).
Rilevante il ricorso, sempre più frequente, a figure diverse dai docenti di ruolo per coprire le attività didattiche. Nelle università statali costituiscono il 28% del totale, ma questa percentuale sale al 68% (oltre due terzi) negli atenei non statali. (Fonte Commissione Cultura della Camera)
 
Riguardo all’assunzione di nuove leve, un recente studio Svimez segnala che le difficoltà sono differenziate per territori, a favore di quelli più in grado di attrarre capitale fisico e capitale umano di qualità mentre altri restano in ritardo a causa dei divari infrastrutturali e di variabili socio-economiche (e non solo geografiche). Cfr studio Svimez del luglio 2021.
 
Riusciranno il PNRR e i provvedimenti connessi a ridurre questi divari e a migliorare davvero le risorse dell’Università? L’anno che sta per entrare ci dirà qualcosa al riguardo…
 
Ricordo di Maria Silvia Barbieri (Link)
 
 

Sui temi trattati in questa newsletter, e altri che si aggiungeranno nei prossimi giorni, segui gli aggiornamenti nelle apposite sezioni del Sito.
Newsletter n. 12/2021 - 24.12.2021